Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione.

  • L’ Associazione
    Missionari Comboniani
    Mondo Aperto Onlus


    Ha come finalità: la solidarietà umana,
    la promozione religiosa, sociale e culturale


    Aiutaci...

  • Opera sul territorio nazionale e nei paesi del sud del mondo
    per aiutare soggetti svantaggiati


    Secondo lo spirito di San Daniele Comboni


    Contiamo sulla tua solidarietà...

  • E’ apolitica e apartitica


    Senza scopo di lucro
    e persegue in modo esclusivo finalità di solidarietà sociale


    Conosci i nostri progetti

  • Le attività
    dell' Associazione
    Mondo Aperto Onlus


    e le sue finalità sono ispirate a principi di:
    pari opportunità tra uomini e donne nel rispetto dei diritti inviolabili della persona


    Aiutaci...

  • L’ Associazione
    Missionari Comboniani
    Mondo Aperto Onlus


    ha al suo attivo la realizzazione di numerosi progetti:
    scuole, strutture sanitarie, centri di formazione sociale e culturale


    Aiutaci...

  • L’ Associazione
    Missionari Comboniani
    Mondo Aperto Onlus


    ha come obbiettivo: dare dignità alle persone,
    costruendo relazioni di giustizia e solidarietà


    Aiutaci...

Si tratta degli abitanti della città di Kasulo (sudest del paese, provincia di Lualaba). Le loro case impediscono lo sfruttamento del minerale che secondo il governatore frutterebbe 10 miliardi di dollari allo stato. Previsto un indennizzo per(sebastian meyer) gli sfrattati.


Secondo le autorità politiche della provincia di Lualaba (sudest della Repubblica democratica del Congo) la città di Kasulo, non lontano da Kolwezi, va smantellata e i suoi abitanti trasferiti. La ragione è che la città è costruita sopra una miniera di cobalto – minerale richiesto dal mercato mondiale in quanto utilizzato per le batterie al litio degli smartphone e delle auto elettriche – il cui sfruttamento farebbe entrare nella casse dello stato dieci miliardi di dollari. E ci sarebbe già pronto un piano per la delocalizzazione e l’indennizzo di circa 100mila persone, con un costo di 800 milioni di dollari.
Lo ha dichiarato all’agenzia France Presse, Richard Muyej, governatore della provincia. Il quale ha aggiunto che «il suolo e il sottosuolo non appartengono ai singoli individui ma allo stato» e che coloro che hanno un titolo di proprietà sono di fatto «locatari sul suolo dello stato». Parole inquietanti, considerato che si tratta di uno stato instabile, con alto tasso di corruzione e con una classe politica inadeguata.
Comunque, a detta del governatore, i proventi delle riserve di cobalto della miniera di Kasulo sono stimati in 100 miliardi di dollari. Il Fondo monetario internazionale ha definito «irrealistiche» le previsioni di entrata per lo stato.
da Nigrizia

Tags: Congo, economia, Politica

Informazioni 5x1000

  • 5x1000 fronte
  • 5X1000retro crop
Guinea, insieme legislative e referendum costituzionale

Guinea, insieme legislative e referendum…

18-02-2020

Il 1° marzo 2020 si terranno in...

La pesca illegale destabilizza la Somalia

La pesca illegale destabilizza la Somali…

17-02-2020

Decine di migliaia di tonnellate di...

Mas alla (più in là). Papa Francesco non rinuncia ai sogni

Mas alla (più in là). Papa Francesco non…

14-02-2020

Con l’esortazione apostolica ...

L'eredità di Gaid Salah

L'eredità di Gaid Salah

24-12-2019

Dalla deposizione di Bouteflika, &e...

Il cobalto sfratta 100mila persone

Il cobalto sfratta 100mila persone

23-12-2019

Si tratta degli abitanti della citt...

Sud Sudan, un futuro ancora incerto

Sud Sudan, un futuro ancora incerto

13-11-2019

Slittata di altri 100 giorni la dat...

Italia, Libia, la cooperazione continua

Italia, Libia, la cooperazione continua

11-11-2019

Pochi giorni prima del rinnovo del ...

Le multinazionali "violentano le nostre terre"

Le multinazionali "violentano le no…

25-10-2019

"Se non si comprende la nostra rela...

Dal tappeto verde a quello rosso

Dal tappeto verde a quello rosso

24-10-2019

Il passaggio dal campo di calcio al...

Chi teme il Sinodo e chi lo vive come una grazia

Chi teme il Sinodo e chi lo vive come un…

09-10-2019

Con alti stendardi colorati, giubbe...

Le schiave delle baby factory

Le schiave delle baby factory

09-10-2019

Una recente operazione di polizia &...

Tolte 7 scuole alle organizzazioni religiose

Tolte 7 scuole alle organizzazioni relig…

05-09-2019

Una decisione che arriva dopo che i...

 

MONDO APERTO ONLUS

Codice Fiscale: 93138170233

Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: info@mondoaperto.it

RAPPRESENTANTE LEGALE:
P. CODIANNI LUIGI FERNANDO