Questo sito fa uso dei cookies soltanto per facilitare la navigazione.

Progetto Cali incontri formativi

PROGETTO N° 322/2018

RESPONSABILE DEL PROGETTO: P. FUFA ENSERMU WAKUMA             
RESPONSABILE PER L’ESECUZIONE:  P. FUFA ENSERMU WAKUMA        
LUOGO DI REALIZZAZIONE: CALI-BOGOTÀ-COLOMBIA  

INFORMAZIONI GEO/DEMOGRAFICHE  

Cali è la terza città colombiana ed ha una popolazione di circa 2.5 milioni di abitanti.
La popolazione della Colombia si presenta, attualmente, composta da circa 50 milioni di persone, meticce o mulatte per il 70%. Il restante 30% è composto in gran parte da bianchi.
Lo spagnolo è la lingua ufficiale della Colombia e, con l'eccezione di alcune tribù indigene, tutti i colombiani la parlano.
A partire dal 1 ottobre 2008, la comunità comboniana si è ubicata nel quartiere di Charco Azul, nella periferia della città di Cali.
I Comboniani gestiscono una parrocchia dedicata a Maria Madre del Buon Pastore da cui dipendono tre quartiere: Charco Azul, Sardi e la Platenera. Qui vivono per lo più famiglie povere, senza un lavoro fisso e che sopravvivono con lavori occasionali.
Il livello di violenza e criminalità è molto alto.        

OBIETTIVO DEL PROGETTO

L’obiettivo principale del progetto è far divenire i bambini e giovani protagonisti attivi del loro futuro e della trasformazione della realtà in cui vivono.

REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Il progetto è rivolto ai bambini e giovani che appartengono alla parte più vulnerabile della popolazione per coinvolgerli in attività di promozione, giornate formative, giornate di convivenza e integrazione attraverso la strategia del dialogo, della partecipazione sociale tra pari.
Si intende avviare i giovani con scarse risorse ad avvicinarsi ai programmi universitari, specialmente in area umanistica e amministrativa per farli divenire i nuovi leader all’interno della comunità.

COSTO TOTALE DEL PROGETTO € 10.000,00

IMPORTO FINANZIATO DA MONDO APERTO ONLUS € 9.095,00

 

 

Tags: Progetti,, Colombia, Cali

Chi teme il Sinodo e chi lo vive come una grazia

Chi teme il Sinodo e chi lo vive come un…

09-10-2019

Con alti stendardi colorati, giubbe...

Le schiave delle baby factory

Le schiave delle baby factory

09-10-2019

Una recente operazione di polizia &...

Tolte 7 scuole alle organizzazioni religiose

Tolte 7 scuole alle organizzazioni relig…

05-09-2019

Una decisione che arriva dopo che i...

Rapimento Romano. Il silenzio delle autorità italiane

Rapimento Romano. Il silenzio delle auto…

04-09-2019

La cooperante italiana, rapita in K...

Un anno di ebola

Un anno di ebola

05-08-2019

Nonostante la mobilitazione interna...

i farmaci killer

i farmaci killer

05-08-2019

Secondo la Scuola di igiene e medic...

Sudan, spari contro gli studenti: 5 morti

Sudan, spari contro gli studenti: 5 mort…

31-07-2019

A colpire con armi da fuoco una man...

Sudan, janjaweed al potere

Sudan, janjaweed al potere

25-07-2019

Le Forze di supporto rapido sono og...

Juba nuovo centro del commercio di migranti

Juba nuovo centro del commercio di migra…

19-07-2019

La capitale sudsudanese sta diventa...

Africa depredata, anche nel calcio

Africa depredata, anche nel calcio

18-07-2019

Il torneo calcistico più imp...

L'altra partita dei tifosi della libertà

L'altra partita dei tifosi della libertà

16-07-2019

Il movimento popolare algerino che ...

In piazza, gridiamo vita!

In piazza, gridiamo vita!

15-07-2019

E’ come missionario che lanci...

 

MONDO APERTO ONLUS

Codice Fiscale: 93138170233

Vicolo Pozzo, 1
37129 Verona

Tel: +39 045 8092200
Fax: +39 045 8004648

Email: info@mondoaperto.it

RAPPRESENTANTE LEGALE:
P. CODIANNI LUIGI FERNANDO